Cerca
SUQ Festival 2023

SUQ Festival 2023

Porto Antico di Genova e altri luoghi

manifestazioni

SUQ Festival 2023

Eventi a Genova

SUQ Festival 2023
EVENTO TERMINATO
Avvertenze A causa dell'attuale emergenza Covid-19, alcuni eventi potrebbero essere cancellati o posticipati a nuova data. Si invita a cliccare sul link di dettaglio dell'evento.
manifestazioni
Data: 16/06/2023 - 25/06/2023
Indirizzo: Porto Antico - 16128 (Genova)
Prezzo: Gratuito
Fonte: suqgenova.it
Vai all'evento
Mappa
Condividi questo evento
James Blunt - Mediolanum Forum Milano
Pubblicità

Il SUQ Festival compie 25 anni e torna dal 16 al 25 giugno al Porto Antico di Genova e propone un nuovo programma di teatro, musica, incontri, laboratori, showcooking, artigianato e buone pratiche di EcoSuq.  Un traguardo importante per il Festival che da un quarto di secolo dà vita ad una esperienza unica, permette di vivere circondati da persone che parlano lingue diverse, ognuna con il suo racconto, fra colori, profumi e sapori che provengono da tutto il mondo, con tante cucine da assaggiare. È il bazar mediterraneo per antonomasia, uno spazio dove si può parlare di tutto e dove ognuno trova il suo posto.

Fra gli spettacoli: Il 25° SUQ Festival avrà al centro una ricca selezione di spettacoli teatrali dedicati al dialogo tra culture, di forte impegno civile, che intrecciano prosa, musica, disegni animati. Il cartellone teatrale si aprirà il 15 giugno, un giorno prima dell’apertura ufficiale del festival, con lo spettacolo di Andrea PennacchiWelcome to Pojanistan”, una descrizione ironica e sprezzante del razzismo che circola come un virus in Italia. In programma due prime nazionali: “I racconti di Penda” con Bintou Ouattara (il 18), un omaggio alla tradizione orale dei Peul, un popolo nomade dedito alla pastorizia che vaga dalla Mauritania al Camerun, e “La señora” (19 e 20), nuova produzione Suq Festival e Teatro, con Carla Peirolero voce narrante accompagnata dal canto di Alessandra Ravizza sui brani tradizionali. È dedicata a Grazia Nasi, conosciuta come l’ebrea errante, una donna sefardita nata nel 1510 in Portogallo che ha lottato in difesa degli ebrei perseguitati. Anteprima nazionale per “Antigone. Tragedia con canzoni” del Teatro dei Borgia (il 22), che prende spunto dalla tragedia di Sofocle per parlare di pandemia, lutti e impossibilità di celebrare i funerali.

Da non perdere lo spettacolo tratto dal libro di Francesca Mannocchi: “Libia. Il racconto di un paese oltre la notizia” (il 24) di Francesca Mannocchi con i disegni di Gianluca Costantini e la regia di Davide Sacco; “SID – Fin qui tutto bene” (il 25) con Alberto Boubakar Malanchino, (attore tra i protagonisti di DOC Rai1) storia di un italiano di origine algerina, bello, intelligente, raffinato lettore, che uccide le sue vittime soffocandole con un sacchetto di plastica dei marchi alla moda, spettacolo frutto di un’indagine in un quartiere periferico di Torino.

La Giornata Internazionale del Rifugiato, il 20 giugno, è dedicata a Don Andrea Gallo, grande amico del SUQ scomparso dieci anni fa, il 22 maggio 2013. Amico e “collega” in scena nello spettacolo della Compagnia del Suq “Esistenza soffio che ha fame” di cui si sta realizzando un video.

La Giornata Europea della Musica è dedicata a Ezio Bosso, pianista e direttore d’orchestra di fama internazionale, che sarà ricordato dalla sorella Ivana. L’orchestra giovanile Trillargento, eseguirà una scelta di sue composizioni.

SUQ Festival 2023

INCONTRI- LIBRI

Saranno presenti i grandi temi dell’attualità, dai diritti alla crisi internazionale, dai fenomeni migratori all’emergenza climatica, interpretati con sguardo interculturale, attento e originale.

Il traguardo importante si celebra anche con un libro inedito “Le Voci del SuQ” dedicato a Don Gallo nei 10 anni dalla scomparsa (18 giugno) che racconta la storia e le attività del Suq con la collaborazione di prestigiose firme e fotografie storiche (contributi di Goffredo Fofi a Nando dalla Chiesa, da Moni Ovadia a Marco Aime e tanti altri…). L’opera editoriale è un esperimento artistico e sociale unico nel suo genere, con un lungo racconto a più voci.

Da segnalare la presenza di Fabrizio Gatti con il suo ultimo nuovo libro “Nato sul confine” (Rizzoli), di Farian Sabahi, che parlerà del suo libro “Noi donne di Teheran” (Editoriale Jouvence) e ancora di Cinzia Leone con “Vieni tu giorno nella notte” (Mondadori) che racconta il dolore atroce della perdita di un figlio e il bisogno di utopie. Il tutto nello spirito del Suq, aperto a tutte le età, giocoso, stimolante e che fa riflettere.

AMBIENTE

EcoSuq. La cultura per l’ambiente, l’ambiente per la cultura e il cibo

Ampio spazio sarà dedicato al tema dell’ambiente con gli appuntamenti di #ecosuq2023 con attività educative, incontri, associazioni che anno dopo anno hanno reso il Festival un luogo di ricerca e di sviluppo delle buone pratiche per la sostenibilità ambientale. Il programma pensato in collaborazione con Cittadini Sostenibili vede tra gli ospiti, l’eco-narratrice Elisa Nicoli (il 19) per esplorare il tema dell’eco-minimalismo e capire quanto le nostre scelte quotidiane facciano la differenza; di spicco la guerrilla cleaning (il 17) per liberare il centro storico dai mozziconi di sigaretta, in collaborazione con il Patto di Sussidiarietà del Centro Storico; l’anno scorso in due ore ne sono stati raccolti 25.000. Una novità è CarLOTTA’S Race (il 23) prima bici cargo libera a Genova, percorrerà le strade cittadine in una “gara” bici-macchina con destinazione finale il SUQ in Piazza delle Feste, a cura di Goethe-Institut Genua. Molte attività e incontri avranno come focus gli obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Agenda 2030.

FOOD

Immancabile Chef Kumalé con i suoi showcooking che insieme alle 11 cucine diverse presenti al 25° SUQ Festival - indiana, araba, sud est asiatica, messicana, del nord Europa, senegalese, nigeriana, persiana, siriano libanese, sud americana, vegana – permette un viaggio esclusivo e ghiotto nelle tradizioni gastronomiche del mondo. 

SUQ Festival 2023 - Il mercato

«Sono orgogliosa di questo risultato – afferma Carla Peirolero, direttrice del SUQ – e penso all’inizio di questa avventura, quando insieme a Valentina Arcuri l’abbiamo iniziata, per ribellione a un teatro che non dava spazio alla società multiculturale contemporanea, sia in scena che nel suo pubblico. Il SUQ in venticinque anni è rimasto fedele a sé stesso, ha mantenuto la sua formula originale di dialogo tra culture diverse, offrendo ogni anno un programma coerente, nato da una ricerca specifica e radicale, sempre al passo con l’attualità che nel tempo proprio su questi argomenti ha mostrato un’allarmante fragilità».

In collaborazione con l’Università di Genova, il Suq vanta il Patrocinio Unesco, del Ministero dell’Ambiente e del MIC, riconosciuto Best Practice in tema di diversità culturale e di dialogo interculturale. Carla Peirolero (Direzione artistica - ideatrice ).


James Blunt - Mediolanum Forum Milano
Pubblicità