Cerca
Dorothea Lange. Racconti di vita e lavoro

Dorothea Lange. Racconti di vita e lavoro

CAMERA - Centro Italiano per la Fotografia

mostre

Dorothea Lange. Racconti di vita e lavoro

mostre

Dorothea Lange. Racconti di vita e lavoro
EVENTO TERMINATO
Avvertenze Le informazioni sugli eventi sono soggette a modifiche. Controlla il link di dettaglio dell'evento per gli aggiornamenti più recenti riguardanti prezzi, disponibilità e date.
CAMERA - Centro Italiano per la Fotografia
Via delle Rosine, 18, 10123 Torino TO

Dal 19 luglio all’8 ottobre 2023, CAMERA - Centro Italiano per la Fotografia ospita la mostra “Dorothea Lange. Racconti di vita e lavoro”, dedicata alla grande fotografa statunitense che ha documentato con sensibilità e impegno le trasformazioni sociali degli Stati Uniti tra gli anni Trenta e Quaranta del Novecento.

La mostra, curata da Walter Guadagnini e Monica Poggi, presenta oltre 200 immagini provenienti dagli archivi della Library of Congress di Washington e dalla Public Library di New York, che testimoniano il lavoro di Dorothea Lange (Hoboken, New Jersey, 1895 – San Francisco, 1965) come fotografa documentaria e fotogiornalista.

Dorothea Lange iniziò la sua carriera come ritrattista a San Francisco, ma presto si dedicò alla fotografia sociale, partecipando a due importanti campagne fotografiche commissionate da agenzie governative: la Farm Security Administration (FSA), che aveva lo scopo di documentare le condizioni di vita dei contadini colpiti dalla crisi economica e dalla siccità, e la War Relocation Authority (WRA), che si occupava di registrare lo spostamento forzato dei cittadini americani di origine giapponese nei campi di internamento durante la Seconda Guerra Mondiale.

Le fotografie di Dorothea Lange sono diventate icone della storia americana, grazie alla capacità della fotografa di cogliere con empatia e dignità le sofferenze e le speranze delle persone ritratte. Tra le sue opere più famose, spicca il ritratto di una madre migrante (1936), che esprime con forza il dramma della povertà e della disperazione.

Dorothea Lange - Madre migrante, Nipomo California 1936
Dorothea Lange - Madre migrante, Nipomo California 1936

 

La mostra “Dorothea Lange. Racconti di vita e lavoro” è un’occasione unica per ammirare le opere di una delle maggiori protagoniste della fotografia del Novecento, che ha saputo combinare l’impegno sociale con l’istinto artistico, creando immagini indimenticabili.

BIGLIETTI

Intero: 12€
Ridotto Giovani: 8€
Ridotto Senior: 8€

ORARI

Lunedì: 11.00 – 19.00
Martedì: chiuso
Mercoledì: 11.00 – 19.00
Giovedì: 11.00 – 21.00
Venerdì: 11.00 – 19.00
Sabato: 11.00 – 19.00
Domenica: 11.00 – 19.00

Orari straordinari

Martedì 15 agosto: 11.00 – 19.00
I giovedì di agosto: 11.00 – 19.00

Ultimo ingresso 30 minuti prima della chiusura.

Video
video preview
La notte dell'angelo - Vita scellerata di Caravaggio
Pubblicità

Dal 19 luglio all’8 ottobre 2023, CAMERA - Centro Italiano per la Fotografia ospita la mostra “Dorothea Lange. Racconti di vita e lavoro”, dedicata alla grande fotografa statunitense che ha documentato con sensibilità e impegno le trasformazioni sociali degli Stati Uniti tra gli anni Trenta e Quaranta del Novecento.

La mostra, curata da Walter Guadagnini e Monica Poggi, presenta oltre 200 immagini provenienti dagli archivi della Library of Congress di Washington e dalla Public Library di New York, che testimoniano il lavoro di Dorothea Lange (Hoboken, New Jersey, 1895 – San Francisco, 1965) come fotografa documentaria e fotogiornalista.

Dorothea Lange iniziò la sua carriera come ritrattista a San Francisco, ma presto si dedicò alla fotografia sociale, partecipando a due importanti campagne fotografiche commissionate da agenzie governative: la Farm Security Administration (FSA), che aveva lo scopo di documentare le condizioni di vita dei contadini colpiti dalla crisi economica e dalla siccità, e la War Relocation Authority (WRA), che si occupava di registrare lo spostamento forzato dei cittadini americani di origine giapponese nei campi di internamento durante la Seconda Guerra Mondiale.

Le fotografie di Dorothea Lange sono diventate icone della storia americana, grazie alla capacità della fotografa di cogliere con empatia e dignità le sofferenze e le speranze delle persone ritratte. Tra le sue opere più famose, spicca il ritratto di una madre migrante (1936), che esprime con forza il dramma della povertà e della disperazione.

Dorothea Lange - Madre migrante, Nipomo California 1936
Dorothea Lange - Madre migrante, Nipomo California 1936

 

La mostra “Dorothea Lange. Racconti di vita e lavoro” è un’occasione unica per ammirare le opere di una delle maggiori protagoniste della fotografia del Novecento, che ha saputo combinare l’impegno sociale con l’istinto artistico, creando immagini indimenticabili.

BIGLIETTI

Intero: 12€
Ridotto Giovani: 8€
Ridotto Senior: 8€

ORARI

Lunedì: 11.00 – 19.00
Martedì: chiuso
Mercoledì: 11.00 – 19.00
Giovedì: 11.00 – 21.00
Venerdì: 11.00 – 19.00
Sabato: 11.00 – 19.00
Domenica: 11.00 – 19.00

Orari straordinari

Martedì 15 agosto: 11.00 – 19.00
I giovedì di agosto: 11.00 – 19.00

Ultimo ingresso 30 minuti prima della chiusura.


Dove alloggiare a Torino

Trova gli alloggi nelle vicinanze

La notte dell'angelo - Vita scellerata di Caravaggio
Pubblicità