Cerca
Ficus al Massimo: 18/19 novembre 2023

Ficus al Massimo: 18/19 novembre 2023

Garum - Biblioteca e Museo della Cucina

manifestazioni

Ficus al Massimo: 18/19 novembre 2023

manifestazioni

Ficus al Massimo: 18/19 novembre 2023
EVENTO TERMINATO
Avvertenze A causa dell'attuale emergenza Covid-19, alcuni eventi potrebbero essere cancellati o posticipati a nuova data. Si invita a cliccare sul link di dettaglio dell'evento.
Data: 18/11/2023 - 19/11/2023
Orario: 10:00 - 21:00
Luogo: Garum - Biblioteca e Museo della Cucina
Indirizzo: Via dei Cerchi, 87, 00186 Roma RM
Prezzo: Gratuito
Fonte: Roma Mercatini

FICUS AL MASSIMO
Il meglio del Made in Italy davanti al Circo Massimo - 18 e 19 novembre

 

In un Museo unico al mondo davanti al Circo Massimo dove si ritiene che Romolo e Remo vennero allattati dalla celebre Lupa va in scena il meglio del Made in Italy contemporaneo.

Un fine settimana a tu per tu con artigiani, orafi, designer, illustratori e stilisti in Via dei Cerchi 87 presso il Garum Museo e Biblioteca della cucina.

Il 18 e 19 novembre dalle ore 10.00 alle 21.00 tra antichi ricettari, utensili e macchine per preparare il cibo, potrete ammirare le eccellenze contemporanee del ‘fatto a mano’.

L’evento vedrà la partecipazione di giovani designers, artigiani, stilisti, illustratori ed artisti, accuratamente selezionati, che avranno modo di esporre gioielli, moda sostenibile, accessori e borse di design, cappelli, illustrazioni, vinili, piante rare, home decor, ceramica, candele e luxury vintage.

Tra i brand
  • Le Lupae, artiste della luce, creano lampade a mano, con petali, foglie e rami
  • Lalì Natural Cosmetics, una realtà artigianale italiana, che produce cosmetici naturali, con materie prime vegetali, pure e biologiche.
  • I gioielli Zujie si ispirano alla natura, alle sue forme e alla sua innata armonia, Fiori dagli schemi invece propone pezzi unici con fiori secchi e frammenti di natura take-away. Manufatto artigianato insolito propone gioielli e complementi di arredo originali, a volte imperfetti, e mai seriali, che prendono forma dalla sperimentazione di materiali diversi, con una predilezione per gli scarti.
  • PLUMILLA Atelier con le nuove sensuali Capsule Collection 23-24 create in edizione limitata per garantire il processo artigianale e l'esclusività.
  • Silvia Rodorigo: abiti per chi ama esaltare la propria personalità e raccontarsi in modo originale. Tutto realizzato con tessuti di pregio che incontrano la de costruzione dello stile Urban!
  • OOST reinventa in modo creativo camicie da uomo dismesse e tovaglie vintage rimodellandole e rielaborandole in capi nuovi e unici.
  • Misterestereo8 offre invece una grande scelta di dischi in vinile e cd, dai grandi classici del rock in LP ad una selezione in CD indie/alternative
  • La Fonderia coniuga il design alla nobile arte del dolce.

Spiccano le opere dell’artista Iraniano Saleh Kazem, ha dipinto quasi tutti i locali della scena culturale della città, a partire da Trastevere. I suoi disegni sono uno specchio della vita quotidiana come una serie di momenti di attesa.

Una Location Unica al mondo, nel cuore della Città Eterna

Il Museo-Biblioteca della Cucina è un piccolo gioiello incastonato nella storia allestito in una location eccezionale di fronte al maestoso Circo Massimo.

Il museo è stato allestito nella splendida location del Monastero dei padri Olivetani, dell’ordine Benedettino, con la sua facciata iconica a foggia di sipario teatrale e quella mano di gesso, con l’indice puntato, detta dai romani “la mano di Cicerone”. 

Nella sala al piano terra sono esposti attrezzi da cucina dal ‘500 ai giorni nostri. Si tratta delle più svariate e curiose strumentazioni usate nel corso dei secoli per l’arte della panificazione, la pasticceria e la gelateria.

Ad oggetti di uso quotidiano, come le mezzine toscane ottocentesche e gli stampi barocchi per torte e biscotti- si alternano pezzi di design come le bellissime cucine a gas degli anni ’50.

Salendo al piano superiore si possono ammirare estratti di testi antichi e articoli di riviste d’epoca dedicati all’arte culinaria e incastonati in eleganti vetrine, ricettari cinquecenteschi come quello del cuoco “segreto” di Papa Pio V, o riviste di cucina degli Anni Trenta.

Non mancano inoltre vere e proprie chicche come il primo gioco di cucina per bambini, prodotto a Ravensburg nel 1898 e la prima ricetta del supplì del 1832.

 

Condividi questo evento
Odissea Quotidiana
Pubblicità

FICUS AL MASSIMO
Il meglio del Made in Italy davanti al Circo Massimo - 18 e 19 novembre

 

In un Museo unico al mondo davanti al Circo Massimo dove si ritiene che Romolo e Remo vennero allattati dalla celebre Lupa va in scena il meglio del Made in Italy contemporaneo.

Un fine settimana a tu per tu con artigiani, orafi, designer, illustratori e stilisti in Via dei Cerchi 87 presso il Garum Museo e Biblioteca della cucina.

Il 18 e 19 novembre dalle ore 10.00 alle 21.00 tra antichi ricettari, utensili e macchine per preparare il cibo, potrete ammirare le eccellenze contemporanee del ‘fatto a mano’.

L’evento vedrà la partecipazione di giovani designers, artigiani, stilisti, illustratori ed artisti, accuratamente selezionati, che avranno modo di esporre gioielli, moda sostenibile, accessori e borse di design, cappelli, illustrazioni, vinili, piante rare, home decor, ceramica, candele e luxury vintage.

Tra i brand
  • Le Lupae, artiste della luce, creano lampade a mano, con petali, foglie e rami
  • Lalì Natural Cosmetics, una realtà artigianale italiana, che produce cosmetici naturali, con materie prime vegetali, pure e biologiche.
  • I gioielli Zujie si ispirano alla natura, alle sue forme e alla sua innata armonia, Fiori dagli schemi invece propone pezzi unici con fiori secchi e frammenti di natura take-away. Manufatto artigianato insolito propone gioielli e complementi di arredo originali, a volte imperfetti, e mai seriali, che prendono forma dalla sperimentazione di materiali diversi, con una predilezione per gli scarti.
  • PLUMILLA Atelier con le nuove sensuali Capsule Collection 23-24 create in edizione limitata per garantire il processo artigianale e l'esclusività.
  • Silvia Rodorigo: abiti per chi ama esaltare la propria personalità e raccontarsi in modo originale. Tutto realizzato con tessuti di pregio che incontrano la de costruzione dello stile Urban!
  • OOST reinventa in modo creativo camicie da uomo dismesse e tovaglie vintage rimodellandole e rielaborandole in capi nuovi e unici.
  • Misterestereo8 offre invece una grande scelta di dischi in vinile e cd, dai grandi classici del rock in LP ad una selezione in CD indie/alternative
  • La Fonderia coniuga il design alla nobile arte del dolce.

Spiccano le opere dell’artista Iraniano Saleh Kazem, ha dipinto quasi tutti i locali della scena culturale della città, a partire da Trastevere. I suoi disegni sono uno specchio della vita quotidiana come una serie di momenti di attesa.

Una Location Unica al mondo, nel cuore della Città Eterna

Il Museo-Biblioteca della Cucina è un piccolo gioiello incastonato nella storia allestito in una location eccezionale di fronte al maestoso Circo Massimo.

Il museo è stato allestito nella splendida location del Monastero dei padri Olivetani, dell’ordine Benedettino, con la sua facciata iconica a foggia di sipario teatrale e quella mano di gesso, con l’indice puntato, detta dai romani “la mano di Cicerone”. 

Nella sala al piano terra sono esposti attrezzi da cucina dal ‘500 ai giorni nostri. Si tratta delle più svariate e curiose strumentazioni usate nel corso dei secoli per l’arte della panificazione, la pasticceria e la gelateria.

Ad oggetti di uso quotidiano, come le mezzine toscane ottocentesche e gli stampi barocchi per torte e biscotti- si alternano pezzi di design come le bellissime cucine a gas degli anni ’50.

Salendo al piano superiore si possono ammirare estratti di testi antichi e articoli di riviste d’epoca dedicati all’arte culinaria e incastonati in eleganti vetrine, ricettari cinquecenteschi come quello del cuoco “segreto” di Papa Pio V, o riviste di cucina degli Anni Trenta.

Non mancano inoltre vere e proprie chicche come il primo gioco di cucina per bambini, prodotto a Ravensburg nel 1898 e la prima ricetta del supplì del 1832.

 

Trova gli alloggi nelle vicinanze

Trova gli alloggi nelle vicinanze


Odissea Quotidiana
Pubblicità